Deliverability: la garanzia di una comunicazione fluida con i tuoi clienti

21 Aprile

La deliverability è il principio secondo cui i messaggi arrivano correttamente nella posta in arrivo del destinatario e può essere valutata utilizzando determinati KPI.

Questo indicatore deve essere monitorato regolarmente perché una buona deliverability non viene mai acquisita! Si guadagna nel tempo ed è il fattore principale a determinare il successo delle tue campagne. È essenziale quindi adottare misure correttive dal 1° avviso e non attendere che la tua reputazione sia danneggiata.

Quindi, prima ancora di pensare alla costruzione e al contenuto dell'e-mail, è fondamentale considerare i seguenti aspetti della pressione marketing nello sviluppo della strategia e del piano di comunicazione.

Checklist prima di lanciare le tue campagne marketing

  • Garantisci la reputazione degli IP: la reputazione viene calcolata dagli ISP in base a criteri di qualità e cronologia di invio.
  • Gestisci e scegli bene i nomi di dominio: devono essere configurati in DNS (Domain Name Systems) per essere autenticati dagli ISP.
  • Essere attenti alla pulizia del database (opt-out puliti, inattivi, hardbounces, spam, indirizzi corretti e moduli online sicuri...).
  • Prevedere una fase di ramp-up quando si configura un nuovo IP - Inviare volumi crescenti di e-mail per "scaldare" l'IP secondo le regole stabilite dagli ISP
  • Rispetta le regole di routing e sii vigile sul ritmo delle campagne e sulla pressione marketing (né troppo né troppo poco!).
  • Invia e-mail transazionali da un indirizzo IP diverso rispetto alle e-mail promozionali in modo che non siano interessate in caso di problemi. In caso contrario, è consigliabile utilizzare sottodomini diversi.
  • Prenditi cura del contenuto e della pertinenza dei tuoi messaggi.
  • Semplifica i processi di opt-out.
  • Evita le spam words: urgente, gratuito, rimborsato al 100%, guadagna denaro, contanti…

Una dei fattori principali per un buon tasso di deliverability risiede nella costruzione delle tue e-mail.

Checklist prima dell'invio 

Una volta preparati i tuoi contenuti, ricordati di monitorare l'evoluzione dei 6 KPI principali:

  • Tasso di apertura: il numero di e-mail aperte sul numero di e-mail inviate. *Prova di attrattiva ed engagement del cliente = pubblico ben mirato
  • Tasso di reattività: il numero di clic sul numero di e-mail aperte. *Prova di pertinenza del contenuto
  • Tasso di rimbalzo: il numero di e-mail che non è stato possibile consegnare sul numero di e-mail inviate soft (temporanee) e hard bounce (definitive). *Prova di verifica di un DB pulito
  • Il tasso di conversione: il numero di persone che ha eseguito l'azione richiesta sul numero totale di destinatari della campagna.
  • Tasso di disiscrizione: numero di cancellazioni sul numero di e-mail inviate. *Prova di verifica della pertinenza del contenuto e una buona gestione della pressione commerciale
  • Tasso di inoltro e tasso di reclamo: utilizzato dagli ISP per determinare se un'e-mail deve essere trattata come spam o meno.

Queste KPI ti aiuteranno a mantenere una buona reputazione e a non essere inserito nella lista nera dagli ISP, ma se vuoi davvero essere imbattibile in termini di deliverability, scopri la nostra esperienza!

E se volete davvero saperne di più sulla deliverability, scopri la nostra esperienza!